La frazione Monticelli di Olevano sul Tusciano si prepara a raccontare “i cunti di Marialonga”, leggende millenarie che si sono tramandate nel tempo grazie ai racconti degli anziani e che fanno ormai parte della tradizione popolare olevanese. Venerdì primo novembre, gli attori dell’associazione Eboli cultura e territorio animeranno il borgo antico di Monticelli mettendo in scena nove di questi celebri racconti. Un momento particolarmente evocativo organizzato dall’unità pastorale di Olevano in collaborazione con l’associazione Monaco Bernardo, l’associazione Eboli cultura e territorio e i bambini dell’istituto comprensivo di Olevano sul Tusciano che, ascoltando i racconti degli anziani, hanno creato a scuola dei disegni e dei lavoretti che verranno esposti durante la rappresentazione. L’evento “I cunti di Marialonga” sarà dunque un’occasione unica per riscoprire alcune leggende della tradizione popolare olevanese, riannodando così le fila con un passato che fa parte di noi e che non deve essere dimenticato.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO