“Agricoltura e territorio” – Il convegno: Sagra della Castagna di Montella 2018

0
74

Segnali di ripresa per la castanicoltura di Montella. Dopo la crisi che ha vissuto l’agricoltura irpina negli ultimi anni e che ha portato ad un decremento del 90% della produzione, si registrano buone notizie per gli agricoltori della zona. Questo è quanto emerso dal convegno “Agricoltura e Territorio”, che sabato 3 novembre e in occasione della trentaseiesima edizione della “Sagra della Castagna”, ha riunito tecnici e politici presso il Centro Sociale di Montella. L’obiettivo futuro dovrà essere quello della cooperazione tra le varie realtà agricole, come sottolineato dal vicepresidente ed assessore all’ambiente della regione Campania Fulvio Bonavitacola. Una cooperazione forte per combattere la concorrenza internazionale e da unire, come ricordato da Antonio De Cristofaro, docente di Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali dell’Università del Molise, ad una maggiore conoscenza delle cause che hanno portato alla diffusione del cinipide, insetto tanto nocivo per le piante di castagno. Importante anche il momento di confronto tra alcuni agricoltori presenti e la componente politica invitata al convegno. Maurizio Petracca, Presidente della commissione Agricoltura della regione Campania, ha infatti risposto alle istanze degli agricoltori, ricordando quanto fatto dalla regione per aiutare le realtà agricole locali ed il territorio dell’Alta Irpinia: aiuti economici come il bando PSR 2014/2020 o con la creazione di una zona Zona Economica Speciale tra Montella ed i comuni limitrofi. Anche Banca Campania Centro non ha mai fatto mancare la propria vicinanza nell’ultimo anno e mezzo, come confermato dall’intervento del dottor Carlo Crudele. Il consigliere d’amministrazione, portando i saluti del presidente e di tutto il CdA, ha infatti ricordato l’attenzione di Banca Campania Centro verso Montella e verso un territorio ricco di eccellenze conosciute sia in Italia che nel mondo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO