“Laceno D’oro” il festival internazionale del cinema del reale, è giunto alla sua 43sima edizione. Originale, la formula di festival diffuso con oltre novanta proiezioni e dieci anteprime, quaranta ospiti e incontri con i protagonisti, mostre, retrospettive, Inoltre, il concorso internazionale per il corto e lungometraggio e per il documentario si conferma uno degli appuntamenti più importanti del panorama artistico, attirando l’attenzione di tutto il mondo culturale europeo e non solo.

Organizzato dal Circolo ImmaginAzione con la direzione artistica di Antonio Spagnuolo in collaborazione con l’importante rivista cinematografica Sentieri Selvaggi, il festival ha assegnato il premio alla carriera “Laceno d’oro” al regista russo Aleksey German Junior, vincitore del Leone d’argento alla mostra del cinema di Venezia nel 2008 per la regia di Soldato di Carta. Altro importante premiato è stato Stéphane Brizé, regista candidato al Leone d’Oro a Cannes nel 2015, che ad Avellino ha ricevuto il premio alla carriera “Pier Paolo Pasolini”. Presidente di giuria questo anno Julio Bressane, grande regista e sperimentatore, che sin dal suo esordio ha contribuito a cambiare il modo di guardare al cinema.

Tra le istituzioni promotrici, oltre la regione ed il Mibact, il ministero dei beni culturali, anche Banca Campania Centro che ha sostenuto il premio per il miglior cortometraggio, aggiudicato al francese “Là est la maison” di Lo Thivolle e Victor de la Heras. Alla premiazione, in chiusura dell’evento domenica 9 dicembre, presenti anche l’avvocato Rodolfo Pierri, presidente del comitato esecutivo di Banca Campania Centro, ed il responsabile Filiale di Montella il dott. Fabio Lauri. Una realtà cooperativa, quella di Banca Campania Centro che da sempre sostiene iniziative culturali nel territorio in cui opera, presente nella provincia irpina con una filiale a Montella, incentivando da oltre un anno iniziative valoriali come questo festival.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO