#Pensaingreen: i Giovani Soci Kairòs e Legambiente per una Battipaglia più verde

0
200

Piantare cento alberi a Battipaglia. Questo l’obiettivo del gruppo Kairòs Giovani Soci di Banca Campania Centro che, in collaborazione con il circolo Legambiente Battipaglia, piantumerà nelle prossime settimane cento piante comunemente definite “anti-smog”. Alberi come cerri, ontani, ciliegi ma anche arbusti aromatici di mirto e alloro. Si tratta di alberi capaci di assorbire con le loro foglie quasi 4000 chili di CO2 in 20 anni, dando un contributo notevole alla vivibilità e alla respirabilità dei nostri luoghi. Una serie di appuntamenti cominciati sabato primo febbraio in via Moncharmont, alle spalle della parrocchia sant’Antonio di Serroni. Durante la prima mattinata di piantumazione, i giovani soci presenti hanno collaborato con il circolo battipagliese di Legambiente, con alcuni alunni dell’istituto “Marconi” e con il gruppo scout “Battipaglia 7”, piantando una cinquantina di alberi in uno spazio verde concesso dal comune di Battipaglia. Un momento di collaborazione e condivisione importante, che verrà ripetuto nelle prossime settimane in altri quartieri della cittadina battipagliese. Dopo la benedizione da parte del parroco don Paolo Castaldi e il saluto del sindaco di Battipaglia Cecilia Francese, il dirigente di Legambiente Valerio Calabrese ha ricordato la mission dell’associazione, da sempre attenta alla difesa del luogo e dell’ambiente. Un argomento importante ripreso anche dal vicepresidente della cooperativa di credito Camillo Catarozzo, che ha parlato di tutte le iniziative messe in campo da Banca Campania Centro per ridurre l’impatto ambientale e per diffondere un messaggio positivo di sensibilità verso i luoghi in cui viviamo. Una sensibilità che caratterizza da sempre la cooperativa di credito, tra i primi firmatari del “manifesto di Assisi”, un patto tra enti, grandi imprese e le istituzioni del nostro paese per abbinare sostenibilità e crescita inclusiva nei territori e per contrastare il cambiamento climatico. Un impegno ripreso anche dai Giovani Soci Kairòs i quali, organizzando questo tipo di manifestazioni, confermano la loro voglia di dare un contributo tangibile al luogo in cui vivono, combattendo quel disfattismo e quel pessimismo che spesso convince i giovani ad andar via piuttosto che a impegnarsi per migliorare il territorio in cui sono nati.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO