Si è tenuta nella mattinata di venerdì 25 giugno, nella suggestiva location del convento di santa Maria di Costantinopoli di Olevano su Tusciano, la conferenza stampa di presentazione degli interventi di messa in sicurezza e valorizzazione del Santuario di San Michele ad Olevano Sul Tusciano e del sistema di accessibilità con la consulenza del C.U.G.R.I. della Regione Campania. Nel collegato alla Legge di stabilità la Regione Campania ha infatti riconosciuto all’Ente Parco Regionale dei Monti Picentini un contributo per avviare l’iter procedurale per la messa in sicurezza e la valorizzazione del costone. Un convegno in cui si è parlato sia delle direttrici future, sia dell’importante progetto che da più di due anni sta coinvolgendo l’intero territorio olevanese. Un progetto sostenuto da Banca Campania Centro e dalla Fondazione Cassa Rurale Battipaglia che, partendo dalla valorizzazione della grotta di san Michele Arcangelo, ha portato alla creazione di una vera e propria rete di operatori capaci di cooperare assieme per creare un’offerta turistica integrata capace di attrarre un importante flusso di turisti italiani e stranieri. Moderato dal professore di storia medievale presso l’Università della Basilicata, Alessandro Di Muro, il convegno si è aperto proprio con i ringraziamenti del professore alla Fondazione e alla cooperativa di credito per l’importante lavoro svolo sul territorio olevanese. Un ringraziamento ribadito anche dal sindaco del comune di Olevano, Michele Volzone, che ha ricordato l’intero percorso compiuto dall’intera comunità, sostenuta da enti e associazioni locali, per la creazione di un’offerta turistica attrattiva. A ricordare la centralità del territorio olevanese per Banca Campania Centro è stato, invece, il presidente Camillo Catarozzo, che ha però inoltre ribadito la necessità di continuare lungo la strada tracciata in questi anni. Il presidente ha poi sottolineato l’importanza di creare un programma complessivo per il territorio che possa valorizzarne ogni aspetto. Una valorizzazione comune sia alla cooperativa di credito che alla Fondazione Cassa Rurale Battipaglia del presidente Federico Del Grosso. Proprio nelle ultime settimane, infatti, la Fondazione ha sottoscritto il contratto di comodato d’uso gratuito per il recupero e la gestione del convento “Santa Maria degli Angeli” di Montecorvino Rovella. Un luogo in cui, come ha ribadito Del Grosso, verranno realizzate iniziative finalizzate a promuovere lo sviluppo civile, culturale, sociale, ambientale ed economico, sulla base del principio di sussidiarietà, volto a rafforzare i legami solidaristici e a far crescere le responsabilità sociale delle imprese Parole importanti riprese anche dal sindaco di Giffoni Valle Piana, nonché presidente del GAL colline salernitane, Antonio Giuliano. Il sindaco ha ricordato la necessità di creare una sinergia tra istituzioni politiche e associazioni per continuare a valorizzare le ricchezze artistiche e culturali presenti sui Picentini. Il presidente dell’Ente Parco Regionale dei monti picentini, Fabio Guerriero, ha invece delineato i prossimi passi da compiere per rendere ancora più attrattiva l’intera area. Passi come l’utilizzo di tecnologie per controllare l’area ed evitare atti vandalici o come la messa in sicurezza e valorizzazione del Santuario. Parole di ammirazione per la grotta sono giunte anche da Franco Picarone, presidente della commissione bilancio della regione Campania. Picarone ha parlato della grotta come un sito che merita lo status di patrimonio UNESCO, lodandone la dimensione, la bellezza ma anche la spiritualità. Un monumento archeologico che deve essere valorizzato e deve diventare centro attrattivo di una vera e propria strategia di ripresa. Ha concluso il convegno, l’intervento del deputato Piero De Luca che ha ricordato la necessità di fare rete per creare valore su questo territorio. Una mission comune alla Fondazione Cassa Rurale Battipaglia e la Banca Campania Centro da cui è nata, realtà che fin dalla loro fondazione operano sinergicamente con gli attori del nostro territorio per creare una rete di eccellenze capaci di valorizzare al massimo le tante peculiarità presenti nei nostri luoghi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO